Blog: http://orfini.ilcannocchiale.it

Che poi, per una volta, ci siamo anche divertiti

Quando ci è venuta l'idea di festeggiare la Liberazione attraverso la musica, c'è tornato in mente il bellissimo cd che qualche anno fa fece il Manifesto e che ebbe il merito di far scoprire a un pubblico più ampio l'esistenza della musica indipendente italiana.

Da allora è passato molto tempo, la musica indipendente è per fortuna ben più affermata nonostante tutti i problemi di un settore che vive anni complicati.
Nel riprendere quella suggestione abbiamo provato a chiedere agli artisti coinvolti uno sforzo di sperimentazione, provando a giocare un po' sui generi e sulle commistioni.
Ne è venuta fuori una bellissima serata che diventerà un cd e che spero possa essere il primo appuntamento di una serie di piccole invenzioni analoghe su cui stiamo cominciando a riflettere.
Perché tutto sommato organizzarla è stato bello, ma viverla lo è stato ancora di più. 
E vedere a concerto finito Di Battista che nel retropalco continua a suonare Bella Ciao coinvolgendo gli altri artisti, ci ha fatto capire che soprattutto a loro dobbiamo un ringraziamento vero, perché sono venuti al Circolo per una vera e sincera testimonianza di impegno civile. 
Cosa che, di questi tempi, non è da poco.

Pubblicato il 28/4/2011 alle 14.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web