.
Annunci online

Babele
Babele
 
orfini 
People...they don't write anymore - they blooog
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Babele
The best of (2)
The best of (3)
The best of
DS Mazzini
Milan
The West WIng
Buffy
Ciccio
Drazen Petrovic
  cerca

 

Avere un blog è una cosa stressante. Chi ne ha uno lo sa, chi non ce l'ha farebbe bene a tenersi alla larga da questo mondo.
Se ne dicono tante sui blog, e ognuno ha la sua teoria: se proprio ve ne devo scegliere una, tanto per farvi capire di che si tratta, proverei così. Ma una vale l'altra in realtà. Perchè l'unico vero motivo per cui siamo tutti qui a scrivere e leggere è che abbiamo tempo da perdere. Certo, non lo ammetteremo mai, anzi siamo in grado di investire ore a spiegarvi che no, non è
vero, questo è il futuro, il nuovo modo di fare informazione, opinione e cose così. Tutte sciocchezze, ovvio.
Comunque sia la cosa è abbastanza semplice: uno scrive, gli altri commentano (se vogliono). E' ovvio che un rapporto così ripetitivo finisce per logorarsi prima o poi, colpa della routine. Per questo mi fa pensare a un matrimonio, o qualcosa del genere. Quando ti prende la stanchezza, non è che ci puoi far molto.
Qualche ritocco grafico, un paio di cambi nelle rubriche, un'aggiustata ai link e tutto sembra nuovo.





 





 

Diario | Cose (davvero) serie | Riflessioni prese in prestito | Suoni (consigli per voi) | The best of | Parole (consigli per voi) |
 
Diario
1280970visite.

23 novembre 2008

Una corrente che si allarga

Quando questa mattina ho letto la parte dedicata al pd del lungo articolo di Scalfari, mi sono assai sorpreso.
Non tanto per la tesi di fondo (nei partiti non si deve disturbare il manovratore), non nuova al pensiero del fondatore di Repubblica, ma per le innumerevoli sciatte inesattezze presenti nel testo (ne cito 3 come esempio: 1. il risultato del pd mai visto prima per una forza riformista in italia: quel risultato -un terzo dell'elettorato- lo avevamo già ottenuto nel 2004 e nel 2006; 2. nascono fondazioni che in realtà sono correnti, come quella di D'alema: Italianieuropei è nata nel 1998 e infatti ha celebrato da poco il suo decennale; 3. appoggio "palese e ripetuto" della corrente di D'alema a Villari: tutti i dalemiani o presunti tali hanno detto sin dall'inizio e continuano a dire oggi che villari si deve dimettere).
Insomma, mi interrogavo su cosa avesse spinto Scalfari a forzare così la verità, quando mi sono accorto di un passaggio che evidentemente alla prima lettura mi era sfuggito.
Dice Scalfari:

D'Alema, nel suo ruolo di sfidante, nega sia pure a fior di labbro che lo scontro vi sia, ma i fatti lo smentiscono. Parlano per lui i suoi luogotenenti e i media da lui in qualche modo influenzati. L'attacco a Veltroni è il punto di convergenza di tutte queste voci.
Il testo che traccia con più chiarezza quest'indirizzo politico lo si trova in un articolo di Galli Della Loggia pubblicato di fondo sulla prima pagina del "Corriere della Sera" di martedì scorso, quanto mai rivelatore".


Ecco, quando ho realizzato che Galli della Loggia veniva descritto come un luogotenente di D'Alema, tutto è apparso immediatamente chiaro: Scalfari, in fondo, stava soltanto scherzando.
E così, improvvisamente sollevato, sono passato alle pagine dello sport.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito democratico

permalink | inviato da orfini il 23/11/2008 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre